LatitudiniMobili.it fa uso dei cookies per il corretto funzionamento delle varie sezioni del sito,
senza per questo poter identificare l'utente o reperire informazioni sensibili. Chiudi

ESSENZE NEI MOBILI CINESI

Una casa arredata in stile etnico racconta il villaggio globale in cui ormai noi tutti abitiamo. Ma quante essenze ospitiamo nelle nostre stanze?



Chi di voi durante un viaggio non si è fatto tentare dall’idea di acquistare un bel mobile esotico per completare il proprio ingresso? Burocrazia, tempi lunghi ed incertezza impediscono ai più di realizzare l’impresa!

Noi importatori, invece, facciamo proprio questo: giriamo il mondo e portiamo a casa ciò che di bello scopriamo. Possono essere armadi in teak, legno caratteristico del sud e del sud-est dell’Asia, tavolini e bauli in sheesham, legno diffuso in India, Pakistan e Nepal, librerie in acacia, essenza molto diffusa in Africa, oppure credenze e madie in olmo provenienti dalla Cina… non importa, ognuno di questi mobili è un mobile esotico che entra nella vostra casa. Noi di Latitudini Mobili ci siamo specializzati nell’area della Cina, della Mongolia e del Tibet andando a cercare mobili solo antichi e vecchi.

In particolare l’olmo è il legno con il quale si dice siano stati realizzati i mobili cinesi. A differenza dei termini teak, sheesham o acacia che indicano essenze specifiche ed utilizzate per l’attuale produzione industriale dei così detti mobili coloniali, olmo è un termine generico che traduce nomi di diverse essenze cinesi indigene utilizzate da sempre nella produzione di mobili. Anche nei testi sull’alto antiquariato cinese, fra cui il più importante è sicuramente Classic Chinese Furniture – Ming and Early Qing Dinasties di Wang Shixiang, si riporta semplicemente un elenco di essenze tipiche con i nomi cinesi. E così leggiamo huanghuali, zitan, jichi, tieli, ju, ying …

Comunque al di là dei nomi e dei caratteri cinesi, anche ad occhio nudo si possono notare le molte diversità di colore, di venatura, di consistenza che esistono fra i mobili antichi delle varie regioni cinesi. Le diverse caratteristiche dell’essenze sono coerenti con gli stili regionali: incontriamo infatti mobili intagliati o traforati soprattutto nelle regioni meridionali della fascia costiera dove molto usati sono stati gli alberi più teneri, mentre forme più rigorose sono caratteristiche dei mobili delle regioni centro-settentrionali valorizzate anche da bellissime laccature decorate. I mobili antichi cinesi colpiscono per varietà di legni e anche per varietà di tipologie: si incontrano moltissime tipi di credenzine e stipetti, infinite alternative fra gli armadi e le madie o tanti diversi tipi di sedute.

Iscriviti alla Newsletter